SIAMO ANCHE SU FACEBOOK

vieni a visitare il nostro profilo!

Home Archivio Newsletter Novembre-Dicembre 2014
Newsletter Novembre-Dicembre 2014 PDF Stampa E-mail
Archivio News
Martedì 06 Gennaio 2015 11:03

Cari amici,

un immenso Grazie a tutti coloro che hanno deciso di sostenere le nostre attività, orientando il 5 per mille verso Progetti In! Con voi il sogno può diventare realtà!

Siamo in un periodo speciale dell’anno, segnato dalla ricorrenza della Nascita del Signore e dalle feste di fine anno. Come l’anno scorso vi abbiamo raccontato qualcosa sulle tradizioni e usanze Natalizie, ora vi spieghiamo qualcosa sulle pratiche Ortodosse riguardanti l’Epifania. Il 6 gennaio si festeggia il Battesimo del Signore (Epifania). In questa giornata non si lavano i panni, l’acqua Santa che si porta a casa ha poteri miracolosi ed il prete si reca presso un corso d’acqua, dove butta la Croce. Buttare la Croce in acqua è un rituale che si tramanda sia nei paesi che nelle città. Alla fine della Messa, il giorno del Battesimo del Signore, si forma una processione verso il luogo dove il Prete butta una Croce nel fiume ed i giovani si tuffano per recuperarla. Questo rituale ha lo scopo di allontanare le forze del male, ma non dobbiamo credere che in questa maniera l’acqua diventi Santa! Per questo occorre una precisa formula religiosa. In passato, a Bucarest, a quest’avvenimento partecipava la Famiglia Regale, Ufficiali di Stato, Il Patriarca con servitori della Chiesa e credenti. Dai documenti storici sappiamo che la Cerimonia iniziava dalla Chiesa Zlatari di Calea Victoriei e finiva sul ponte in Piazza delle Nazioni Unite. Qui aveva luogo il lancio della Croce in Dambovita, il fiume che attraversa Bucarest. Dal 1948 questa Cerimonia pubblica è stata vietata. Si diceva che lanciare e recuperare la Croce il giorno dell’Epifania, simbolizzava l’entrare e uscire dalle acque del Giordano da parte del Signore. La “gara” tra i giovani per recuperare velocemente il Simbolo Religioso ha come tema il fatto che Gesù Cristo uscì velocemente dall’acqua, poiché non aveva peccati, non aveva nulla da confessare e quindi non doveva rimanere più a lungo nel Giordano. Nella notte dell’Epifania, le giovani si legano all’anulare un filo rosso di lana con del basilico che viene messo anche sotto il cuscino e sognano il futuro sposo. Le ragazze che scivolano sul ghiaccio il giorno del Battesimo possono essere sicure che si sposano nello stesso anno.

Ora vi portiamo le ultime novità dei progetti che sosteniamo in Romania. Nel mese di novembre le cose da fare sono state molte e variate, poiché si sono alternate feste religiose, tradizioni e attività educative e ricreative.

Al Centro diurno San Dimitrie i bambini hanno partecipato volentieri e in gran numero. A loro si sono aggiunti una parte dei genitori che hanno partecipato a corsi e laboratori, aventi tutti come obiettivo legare la famiglia. Le feste che si avvicinavano si sono sentite molto al Centro! Nei laboratori di abilità e creatività, i bambini hanno realizzato decorazioni Natalizie, che in parte, sono state usate per addobbare il Centro. Per aiutare i genitori a conoscere meglio il vissuto dei propri figli, sono stati implicati in diverse attività del Centro, che erano mirate a individuare i punti di forza e debolezza, le qualità e i difetti, il lavoro di squadra e scoprire -gestire le emozioni e le paure dei bambini. Inoltre è stato chiesto loro un parere sulle attività del centro e consigli per poterlo migliorare. Tutto ciò è stato fatto sotto forma di gioco, per facilitare la partecipazione dei bambini.

Nel laboratorio “Adotta una famiglia”, i genitori hanno imparato cose nuove sulla motivazione, l’importanza che ha nella vita l’apprendimento e darsi degli obiettivi. Il 20 Novembre, i bambini del Centro hanno festeggiato in maniera speciale la Giornata mondiale dei diritti dei bambini. Hanno visto un film riguardante i diritti dei bambini e dopo hanno dato uno spettacolo d’improvvisazione teatrale. Inoltre all’Atelier di creatività svoltosi in quel giorno, hanno realizzato disegni aventi come tema lo stesso argomento. I disegni sono poi stati richiesti e saranno esposti alla Conferenza Nazionale sul Diritto dei Bambini organizzata dalla Fundatia Organizatiilor Neguvernamentale Protectia Copilului. In novembre i bambini hanno usufruito dell’aiuto dei volontari per fare i compiti, hanno fatto insieme attività di animazione e sono andati al Museo di storia. Con l’avvicinarsi del 1° Dicembre, Giorno Nazionale della Romania, i bambini hanno imparato il significato storico di quest’avvenimento e cantato insieme l’Inno Nazionale. Anche se ci sono state molte attività, non sono mancati momenti di distensione, rilassamento e festa, perché questo mese sono stati festeggiati quattro bambini e non sono mancati torte, succhi e tanto divertimento. Nel mese di dicembre continuano le attività abituali (fare i compiti, atelier di abilità e creatività, rilassamento etc.) cui si aggiungono quelle del periodo prefestivo: visita di Babbo Nicolae (Mos Nicolae) e Babbo Natale (Mos Craciun), realizzazione delle decorazioni Natalizie e dell’albero, organizzazione di un Bazar-Fiera di Natale. La cosa preferita rimane la visita con canti natalizi (Colinde) dagli sponsor e donatori del Centro.

Anche a Slatina, oltre a divertirsi e passare il tempo insieme, i bambini hanno iniziato i preparativi per le feste Natalizie. In occasione dell’Avvento, hanno preparato insieme una corona per ogni bambino e una grande che hanno portato in Chiesa. Si sono entusiasmati molto ad aver partecipato a questo lavoro, la corona per l’Avvento è stata opera loro! Nei giorni in cui si sono riuniti in Parrocchia, hanno giocato, organizzato gare sportive e giocato a tombola; poi hanno scelto lo spettacolo che hanno presentato davanti alla comunità a al Babbo Natale in occasione del Santo Natale. Tema dello spettacolo: le priorità che si danno alle cose materiali e/o spirituali nella vita dell’uomo. L’azione dello spettacolo si svolge in una locanda di Betlemme, dove due commercianti cercano ospitalità per la notte, ed offrono alla locandiera un collier Regale come pagamento. Nello stesso tempo arrivano anche Giuseppe e Maria, che vengono portati nella stalla. Nel momento in cui i pastori vengono a cercare il neonato, la locandiera, andando verso la stalla, rimane impressionata da Gesù e rinuncia alla collana offrendola a Maria e Giuseppe. Alla fine tutti i personaggi vanno a rendere omaggio al bambino nella mangiatoia

I bambini che sosteniamo a Iasi, insieme ai compagni di classe, hanno organizzato la festa di Halloween, dove non sono mancate le zucche illuminate e le maschere da vampiri. Nella settimana di vacanza che ha seguito questa festa, hanno fatto i compiti e si sono riposati. In dicembre eranno tutti in attesa delle vacanze di Natale molto fiduciosi di riuscire ad aumentare il loro “budget” andando per le case a presentare i canti Natalizi (Colinde) Di questi avvenimenti sarete informati nella prossima Newsletter.

Adozioni a distanza. Nei progetti che seguiamo, ci sono bambini che hanno bisogno di un aiuto. Chiediamo il vostro aiuto perché ci sono ancora alcuni bambini che hanno bisogno di un sostegno a distanza, bastano 30 euro al mese per aiutarli! Fate girare la voce! Per chi decide di sostenere a distanza un bambino può contattarci via email Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. o al telefono 3402550724. Ricordatevi di devolvere a Progetti In il 5 per MILLE: C.F. 98120460179. Parlate anche con amici, parenti, colleghi, conoscenti e fategli conoscere questa possibilità. La decisione di devolvere il 5 per MILLE a Progetti In senza nessuna spessa aggiuntiva, può salvare dall'abbandono e dalla delinquenza bambini innocenti che conosciamo in Romania. Più informazioni le trovate qui

Varie informazioni su Romania.

Eurostat, ok Pil III trimestre in Romania, Polonia, Slovenia (ANSA) - TRIESTE - Sono Romania (+1,8%), Polonia (+0,9%), Grecia e Slovenia (tutte +0,7%, come il Regno Unito) i Paesi delle Nuova Europa, membri Ue, che hanno registrato la crescita maggiore del Pil nel terzo trimestre 2014 in un confronto con il trimestre precedente dell'anno in corso. Lo comunica oggi Eurostat. Leggi qui tutto l'articolo

Romania, Ponta, 'Richiesta Fmi inaccettabile' 'Non possiamo ridurre il deficit sotto il 1.4% nel 2015' (ANSA) - TRIESTE - La richiesta del Fondo Monetario Internazionale (Fmi) di ridurre il deficit nazionale della Romania al 0.9% del Pil nel 2015 è inaccettabile. Lo ha detto il Primo Ministro romeno, Victor Ponta, secondo quanto riportato dall'agenzia Agerpress. Leggi tutto l'articolo qui.

Enel, dg in Romania muore dopo caduta da palazzo società Ignote le cause del decesso di Matteo Cassani (ANSA) - BUCAREST - Il direttore Generale di Enel Energia Romania e Enel Energia Muntenia, Matteo Cassani, è morto dopo la caduta dal palazzo della società a Bucarest. Secondo quanto riportato da Mediafax, il personale di un'ambulanza che passava per caso sul luogo della tragedia ... Leggi qui tutto l'articolo.

Ultimo aggiornamento Martedì 14 Aprile 2015 10:19
 

Chi è online

 70 visitatori online
Copyright © 2017 Progetti In - Credits: Bellani Design & Comunicazione